Atlantia TF 2012-2018 Isin IT0004869985

8 miliardi di capitalizzazione

Oggi parliamo di un bond, caratterizzato anche da una notevole campagna pubblicitaria, emesso da una società che si propone come motore di sviluppo nel settore infrastrutturale delle reti per la mobilità e la comunicazione. Quotato in borsa con una capitalizzazione di 8 miliardi di euro, Atlantia, il cui maggior azionista risulta la famiglia Benetton, opera sia in Italia che all'estero, e negli ultimi tempi ha realizzato numeri piuttosto interessanti. Parliamo di un fatturato che ha raggiunto i 4 miliardi di euro, un Ebitda che ha raggiunto quota 2,4 miliardi e un cash flow di 1,7 miliardi.

Ricavi sicuri

Insomma, società seria e in salute, del resto il contesto in cui opera Atlantia si presta a ottimi risultati finanziari. Basti pensare che si occupa di 5.000 km di autostrade, tutte a pedaggio, in 5 paesi al mondo. Oltre che in patria il gruppo è presente infatti in India, Polonia, Cile e il solito Brasile. Importante sottolineare il fatto che Atlantia risulta in questo momento il maggior investitore europeo, a quota 21 miliardi di investimenti in corso. Insomma, un gruppo sano e affidabile con un business che garantisce ampi ricavi.

Atlantia TF 2012-2018 garantito da Autostrade per l'Italia S.p.A.

Le precedenti emissioni, destinate ad investitori istituzionali, hanno ottenuto eccellenti risultati nella richiesta, anzi se vogliamo essere onesti sono andate a ruba. Del resto i numeri dell'azienda non possono che garantire gli investitori, normale quindi che in un periodo come questo di caos finanziario un'azienda seria e ben messa e un business importante e sicuro come quello del settore autostradale siano motivo di attrazione e portino a finanziare una realtà come questa con una certa disinvoltura.

Alta la richiesta

Basti pensare che al momento dell'emissione, c'era molta attesa per il primo bond retail di Atlantia, dopo i successi con gli investitori istituzionali, c'è stata una richiesta record di 2,5 miliardi, a fronte di un'offerta di 1 miliardo. Questo dato fa capire quanto il gruppo guidato dai Benetton sia considerato dai mercati. Vediamo le caratteristiche principali dell'obbligazione denominata "Atlantia TF 2012-2018 garantito da Autostrade per l'Italia S.p.A."

  • Isin
  • IT0004869985.

  • Interesse nominale annuo lordo
  • 3,625% che viene calcolato su una base del 3,703%, il tasso annuo lordo effettivo a scadenza, che a sua volta si ottiene sommando il margine di rendimento effettivo, 260 punti base, al mid swap a 6 anni, la durata totale, che corrisponde all'1,103%.

  • Prezzo
  • Viene offerta ad un prezzo che corrisponde al 99,59% del valore nominale, cioè 1.000 euro, quindi il prezzo di ciascuna emissione è di 995,90 euro.

  • Frequenza cedola
  • Annuale

  • Valuta di emissione
  • Euro

  • Durata
  • 6 anni, con data di scadenza 30 novembre 2018.

  • Lotto minimo acquistabile
  • Presenta un opzione di acquisto minimo di 2.000 euro, corrispondenti a due obbligazioni, con la possibilità di incrementi uno alla volta, quindi altri 1.000 euro.

  • Rating S&P
  • BBB+ EM

Opinione generale

E' una legge di natura quando si parla di investimenti. Atlantia garantisce, e anche molto, con la sua situazione finanziaria ma soprattutto con il suo business, sicuro e profiquo. Da quì l'interesse pagato, che al netto delle tasse non supera il 2,8%. Considerando le garanzie date da questo bond, non è male.

Sicura e conveniente

Al momento dell'emissione Atlantia TF 2012-2018 garantito da Autostrade per l'Italia S.p.A. pagava un interesse che si attestava, nella sostanza, leggermente sotto l'inflazione italiana, ma ora le cose sono migliorate e l'obbligazione in oggetto si dimostra conveniente e molto sicura, quindi anche facilmente liquidabile. Interessante.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Cosa sono i Pir, i piani individuali di risparmio

    Questi strumenti finanziari, introdotti dalla Legge di stabilità 2017, sono sicuramente interessanti, ma in un'ottica di medio lungo periodo e solo a condizione di valutarne attentamente tutte le criticità presenti, che non sono poche.

  • Le CACs, le clausole di azione collettiva sul debito pubblico

    I Titoli emessi dallo Stato italiano sono caratterizzati, in parte, dall'applicazione delle cosiddette CACs, le clausole di azione collettiva. Vediamo in che cosa consistono e le tante cose che cambiano per le garanzie dell'investitore.

  • Cosa sono i Credit default swap

    Il grado di rischio di un titolo obbligazionario può essere valutato in tanti modi diversi, per esempio confrontandolo con un titolo di Stato di pari scadenza, ma esistono anche strumenti più idonei allo scopo e più professionali.

Altre sezioni