Intesa Per Merito, il prestito agli studenti senza garanzie

Per Merito è un finanziamento per i giovani, un cosiddetto "prestito d'onore", in particolare per studenti universitari, che permette di ottenere un prestito personale senza garanzie, ma con l'obbligo di rispettare alcuni impegni ben precisi. Vediamo quali sono le caratteristiche principali di "Per Merito", il finanziamento di Intesa Sanpaolo per gli studenti universitari.

Per Merito di Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo eroga il credito sufficiente a mantenersi durante il periodo di studi universitari, quindi post diploma, con una formula di rimborso flessibile per la restituzione del debito contratto. Si tratta di un prestito senza garanzie e con un tasso di interesse agevolato. Più avanti vedremo quali sono le caratteristiche del finanziamento Per Merito, compresi importo massimo, interessi, modalità di rimborso e come scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Nell'articolo appena linkato trattiamo l'argomento prestiti senza garanzie, per chi non possiede una busta paga, quindi o è disoccupato oppure è un lavoratore in nero, per chi è protestato o segnalato in una delle centrali di rischio, utilizzate da banche e finanziarie, come cattivo pagatore e così via. Insomma, per chi non può rivolgersi ai normali canali creditizi, vale a dire banche e finanziarie. Vediamo la lista degli istituti universitari abilitati al finanziamento o che hanno firmato la convenzione con Intesa Sanpaolo che permette di accedere al prestito Per Merito.

  • Istituti universitari in Italia (compresi i Politecnici)
  • Università estere
  • ITS, Istituti Tecnici Superiori
  • AFAM, Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica
  • Istituti che hanno stipulato convenzioni o accordi con Intesa Sanpaolo
  • Master ed Erasmus

Come funziona il prestito senza garanzie Per Merito

Abbiamo detto che si tratta di un prestito senza garanzie, innanzitutto, e si articola in 3 fasi diverse. Vediamole.

  • Durante gli studi
  • A condizione di possedere i requisiti richiesti, che vedremo più avanti, il prestito senza garanzie Per Merito di Intesa Sanpaolo eroga un massimo di 50.000 euro in diverse tranches (massimo 10 durante l'intero percorso di studi), quindi non un capitale unico in una sola soluzione. Per accedere al prestito non servono garanzie patrimoniali proprie, quindi un reddito, o un garante, tipicamente un genitore, ma è necessario aprire un conto corrente gratuito presso Intesa su cui viene concessa un'apertura di credito della durata massima di 5 anni. Essendo un prestito d'onore, Banca Intesa non effettua quindi un'istruttoria creditizia per valutare l'affidabilità finanziaria del richiedente. Con le somme erogate dal finanziamento si possono sostenere le spese classiche di uno studente post diploma, quindi le rette universitarie, le spese per l'affitto di casa ed il pagamento delle bollette, l'acquisto di computer e altri device necessari allo studio e così via. Gli interessi vengono applicati, con tasso fisso, sulle somme effettivamente utilizzate.

  • Al termine degli studi
  • Una volta completato il percorso di studi universitari non è necessario rimborsare subito il prestito d'onore, scelta comunque possibile. Si ha diritto ad un cosiddetto "periodo ponte", della durata di 24 mesi, che può essere utilizzato per trovare lavoro. Ovviamente, in questa fase Per Merito di Intesa Sanpaolo non erogherà più tranches del prestito e matureranno comunque gli interessi dovuti.

  • Dopo il periodo ponte
  • Terminato il periodo di sospensione si può scegliere se restituire il finanziamento ottenuto per gli studi tutto in un'unica soluzione oppure accedere ad un nuovo prestito personale offerto a condizioni vantaggiose. In pratica, si attiva un nuovo prestito con cui si rimborsa Per Merito e quindi si comincia fin da subito a pagare solo le rate del nuovo finanziamento. È possibile anche una soluzione mista: si rimborsa una parte del prestito con un versamento unico e per la rimanente si attiva un nuovo prestito personale. Le condizioni, in questo caso, sono agevolate e prevedono una durata massima di ben 30 anni per il rimborso del finanziamento, quindi rate comunque molto basse. Durante il periodo di rimborso possono essere saltate fino ad un massimo di 3 rate ed è possibile, solo una volta, cambiare il piano di ammortamento, quindi la durata del prestito ed il valore delle rate.

Versamento delle tranches del prestito d'onere di Intesa

Gli addebiti sul proprio conto Intesa, che viene aperto al momento della firma del contratto, hanno cadenza semestrale, tranne che per quegli istituti che hanno fatto accordi personalizzati con Intesa e per cui si possono prevedere periodicità differenziate. Nel caso in cui si sia iscritti ad un ateneo in Italia o presso AFAM, si riceverà la prima tranche al termine del 1° semestre del corso di studi che, coincidendo con quella dell'inizio del secondo semestre, sarà di importo doppio. Lo stato delle singole erogazioni semestrali può essere monitorato nell'area personale sul sito di banca Intesa Sanpaolo.

Finalità del finanziamento per studenti Per Merito

Con la somma erogata da questo prestito per i giovani di Intesa Sanpaolo si possono sostenere tutte le spese relative ai bisogni di uno studente, quindi rette universitarie, acquisto di prodotti informatici, come PC e tablet, materiale scolastico vario, libri e testi per lo studio, l'affitto per l'alloggio e così via. A chi può interessare, consigliamo la lettura del nostro articolo sui prestiti per lo studio dei figli, che alcuni istituti di credito e finanziarie prevedono tra le loro offerte, non senza incognite che vanno considerate.

Requisiti

Come abbiamo detto all'inizio dell'articolo, Per Merito di Intesa Sanpaolo è un prestito per studenti che non richiede garanzie, come un reddito o un garante, tipicamente un genitore, ma sono comunque necessari dei requisiti. Parliamo di residenza ed età, ma anche di risultati del percorso di studi prescelto e di mantenimento del finanziamento, vale a dire di risultati del percorso di studi, che adesso andiamo ad elencare, cominciando dai requisiti di accesso al prestito d'onore per i giovani di Banca Intesa.

  • Età minima 18 anni
  • Residenza in Italia o iscrizione A.I.R.E. (Anagrafe residenti all'estero)
  • Gli studenti fuori corso non sono ammessi al prestito Per Merito

Obblighi vari a seconda dell'istituto frequentato

  • Università e Politecnici in Italia e AFAM
  • È necessario essere in regola con il pagamento di tasse e contributi scolastici e aver completato almeno l'80% degli esami, oppure di 20 CFU/CFA (Crediti Formativi Universitari/Accademici), previsti nel primo semestre del corso di studi per chi è iscritto al primo anno, del semetre precedente per gli anni successi al primo.

  • ITS (Istituti Tecnici Superiori)
  • Regolare pagamento del corso di studi e di frequenza dell'anno precedente per chi fa richiesta del prestito senza garanzie Per Merito ed è studente dal secondo anno in poi.

  • Atenei all'estero
  • Per gli studenti del primo anno è necessario aver ottenuto una votazione di diploma uguale o maggiore di 70/100, oltre a presentare la comunicazione di accettazione rilasciata dall'università estera prescelta. Per gli studenti dal secondo anno in poi viene richiesto il regolare pagamento della retta universitaria ed il raggiungimento, nel semestre precedente alla richiesta del prestito senza garanzie per studenti Per Merito, di almeno l'80% degli esami o di 20 CFU.

  • Master (sia in Italia che all'estero)
  • Per gli studenti del primo anno viene richiesta una votazione della laurea di >= 100/110 (laurea triennale) per il master di 1° livello, >= 108/110 (laurea magistrale) per il master di 2° livello. Gli studenti degli anni successivi al primo devono certificare il regolare pagamento della retta.

  • Erasmus
  • Va consegnato, al momento della richiesta del prestito d'onore, il documento attestante l'idoneità alla frequentazione del programma Erasmus, rilasciato dal proprio Ateneo (sia di appartenenza che di destinazione). È necessario anche aver sostenuto, nel semestre precedente, l'80% degli esami previsti dal corso di studi oppure, in alternativa, il raggiungimento di almeno 20 CFU/CFA.

  • Altri istituti
  • Nel caso in cui il proprio Ateneo abbia previsto accordi personalizzati con Intesa Sanpaolo, possono essere necessari requisiti diversi da quelli elencati precedentemente.

Requisiti di mantenimento

Per continuare a ricevere le tranches previste dal prestito senza garanzie per studenti universitari Per Merito, è necessario aver sostenuto gli esami del corso di studi, nel semestre precedente il versamento della tranche, almeno all'80%, o in alternativa il raggiungimento di 20 CFU (Crediti Formativi Universitari), ed essere in regola con il pagamento di rette e tasse universitarie. Per quanto riguarda l'Erasmus, invece, non sono previsti requisiti di mantenimento. Anche in questo caso possono essere possibili accordi personalizzati stipulati da singoli istituti universitari con Intesa Sanpaolo.

Domanda del prestito d'onore Per Merito

La richiesta del prestito per studenti universitari senza nessuna garanzia patrimoniale Per Merito può essere fatta direttamente sul sito di Intesa Sanpaolo, semplicemente accedendo alla sezione "Attiva Per Merito" e compilando il form che ci verrà presentato con tutti i dati anagrafici richiesti. Attenzione ad attivare la casella "Domicilio diverso da residenza", se siete in questa condizione, in quanto la residenza è un requisito essenziale per richiedere il prestito Per Merito. Una volta completata questa fase si riceverà via email la password necessaria a collegarsi alla sezione privata del sito di Intesa Sanpaolo, assieme alla UserID da utilizzare per il login.

Selezione dell'istituto

Una volta completato l'accesso all'area privata è necessario scegliere il proprio Istituto/Ateneo tra quelli elencati nella sezione "Convenzioni e Atenei". Il processo prevede fasi successive: prima si sceglie la tipologia di ente (università, politecnico, ITS e così via), quindi la sede (la regione), dopodiché sarà possibile scegliere prima l'istituto di riferimento e quindi la classe di laurea relativa al percorso formativo, nel caso in cui si sia scelto un'università o politecnico in Italia. Una volta avuto accesso all'area "Autocertificazione", sarà necessario dichiarare se si è già iscritti al corso prescelto oppure il contrario ("non sono iscritto"). In quest'ultimo caso sarà necessario provvedere alla regolarizzazione dell'iscrizione entro 15 giorni dalla richiesta del prestito Per Merito.

Scelta del finanziamento e invio richiesta

Una volta completata la prima fase, con l'inserimento dei dati anagrafici e la selezione dell'istituto presso cui si svolge, o si andrà a svolgere, il percorso di studi, si presenta la possibilità di scegliere il tipo di finanziamento possibile. Il prestito senza garanzie per studenti universitari Per Merito prevede diverse modalità disponibili, per quanto riguarda la durata massima del finanziamento, l'importo erogabile, il tasso di interesse applicato e altre caratteristiche del prestito per i giovani studenti di Intesa, che si può quindi personalizzare sulla base delle proprie necessità. In ogni caso, il finanziamento massimo è di 50.000 euro, con un limite di 10 versamenti nell'intero percorso di studi. Gli interessi, variabili a seconda dell'importo erogato dal prestito e dalla sua durata, sono applicati con tasso fisso sulla quota effettivamente utilizzata. Una volta completata la scelta della tipologia di finanziamento si accede alla sezione "Dati Prestito - Richiesta di finanziamento". Qui, tra i vari dati richiesti, bisognerà indicare se si è un nuovo iscritto (parliamo dell'Università, naturalmente), se si è uno studente in sede o fuori sede (nel campo "Attuale Domicilio") e la durata residua del corso, se si è studenti dal secondo anno in poi. Una volta inseriti questi dati vi verrà indicato l'importo del prestito a cui si può accedere, sulla base del finanziamento scelto in precedenza. Lo potrete leggere nel campo "Tipologia Prestito". A questo punto rimane solo da indicare la filiale di banca Intesa Sanpaolo dove ci si vuole recare per finalizzare la richiesta del prestito d'onore Per Merito. Dopo l'invio si dovrà attendere l'email dell'Ente Certificatore Terzo attestante la presa in carico della richiesta. Sarà necessario anche rilasciare a Intesa Sanpaolo la delega per contattare l'istituto di appartenenza per la certificazione dei requisiti richiesti, che abbiamo visto in precedenza. Nell'area personale del sito Intesa si può monitorare lo status della domanda, mentre una volta completata la fase di verifica delle informazioni dichiarate, banca Intesa provvederà ad inviare un'email di riscontro.

Finalizzazione del finanziamento

Una volta completate tutte le verifiche, la banca comunicherà l'accettazione della domanda e quindi si avranno a disposizione tre mesi per attivare definitivamente il prestito senza garanzie per studenti universitari Per Merito di Intesa Sanpaolo. Dopo aver preso appuntamento nella filiale dichiarata in fase di richiesta del finanziamento, ci si dovrà recare presso la stessa per aprire il conto gratuito Banca Intesa e sottoscrivere il contratto di apertura di credito. I documenti da portare in filiale sono i seguenti:

  • Copia dell'email di accettazione ricevuta
  • Documento di identità
  • Codice fiscale
  • Certificato di residenza per stranieri residenti in Italia senza carta di identità (il permesso di soggiorno non è sufficiente)

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Santander - Il prestito online è piuttosto conveniente

    Uno dei più importanti gruppi bancari al mondo a cui si sono affidati, fino ad ora, circa 4 milioni e mezzo di connazionali. Nel nostro paese è presente con circa 60 filiali e 21.000 negozi convenzionati.

  • I prestiti Creditopplà e credito su pegno di UBI Banca

    Buona la diversificazione delle condizioni, così da scegliere quella più idonea alle proprie esigenze. Certo, gli interessi richiesti non sono tra i più bassi e sono presenti, inoltre, alcune spese accessorie significative.

  • Cosa succede al garante di un mutuo non pagato

    Il fideiussore, colui che ha garantito con la sua firma il prestito verso un debitore definito principale, è tenuto a rimborsare il creditore nel momento in cui un finanziamento non venga in parte o completamente restituito.

  • I prestiti cambializzati, cosa sono e chi li fa

    Chi non ha un reddito dimostrabile, è senza busta paga o ha avuto problemi finanziari in passato, può ottenere un finanziamento mediante un sistema basato sul pagamento delle rate con le cambiali, come avveniva in passato.

Altre sezioni