I prestiti agevolati convenzione NoiPA per dipendenti pubblici e statali

Per i dipendenti pubblici e statali la Convenzione NoiPa rappresenta un'ottima opportunità per ottenere prestiti a condizioni agevolate ed accedere anche ad altri prodotti, come assicurazioni e contributi per posizioni previdenziali integrative. Vedremo, nel corso dell'articolo, cos'è e come funziona la Convenzione NoiPa, soprattutto riguardo i prestiti agevolati, e quali sono le caratteristiche principali dei finanziamenti che dipendenti pubblici e statali possono richiedere.

Cos'è la Convenzione NoiPA per i prestiti agevolati

È bene chiarire, innanzitutto, che i prestiti agevolati a dipendenti pubblici e statali non sono erogati direttamente dalla Convenzione NoiPA, ma che quest'ultima non è altro che un accordo tra il MEF, il Ministero dell'Economia e delle Finanze, ed una serie di istituti di credito, finanziarie e compagnie assicurative che erogano direttamente i prodotti richiesti, come un finanziamento o una polizza vita a condizioni agevolate. Naturalmente, banche, finanziarie e assicurazioni si riservano il diritto di accettare le richieste dei clienti dipendenti pubblici e statali secondo le modalità preferite. Il prestito, in parole povere, non è automatico.

Come funziona la Convenzione

Affinchè un lavoratore del pubblico impiego possa attivare un contratto con una banca o una finanziaria convenzionate per l'erogazione di un prestito a condizioni agevolate, è condizione preliminare e imprescindibile l'adesione alla Convenzione NoiPA e la delega all'Amministrazione del prelievo diretto delle rate per la restituzione del prestito direttamente dal proprio stipendio. Sarà successivamente la stessa Amministrazione a provvedere al versamento della ritenuta all'istituto di credito interessato, o alla finanziaria se si è scelta questa soluzione. Sul sito del MEF è presente la lista delle banche e finanziarie convenzionate NoiPA, che dovrebbe essere continuamente aggiornata man mano che nuovi istituti di credito o finanziarie aderiscono al sistema, ma non sempre è così. Se la vostra banca non è presente nell'elenco, vi invitiamo a contattarla per confermare l'adesione o meno alla Convenzione NoiPa, oppure a rivolgervi ad un altro istituto di credito o ad una finanziaria presente nell'elenco.

Per cosa si può sottoscrivere

Prima di vedere come funzionano i prestiti agevolati con la Convenzione NoiPA, vediamo quali sono i prodotti che si possono sottoscrivere e per i quali è possibile attivare la delega di pagamento, che ovviamente vale come garanzia nei confronti delle aziende che erogano prodotti creditizi, assicurativi e così via.

  • Contratti di finanziamento e prestiti
  • Assicurazioni sulla vita, contro gli infortuni e le malattie, sulla casa di abitazione e sulla RC auto
  • Contributi per posizioni previdenziali integrative (fondi previdenziali e simili)
  • Erogazioni a favore di ONLUS
  • Versamenti a favore di enti con finalità mutualistiche

I prestiti agevolati con la Convenzione NoiPA

Vediamo quali sono le caratteristiche più importanti dei prestiti a condizioni agevolate che si possono ottenere sottoscrivendo la Convenzione NoiPA e delegando, quindi, il pagamento delle rate all'Amministrazione che provvederà a trattenere una parte dello stipendio.

Nessuna istruttoria creditizia, garanzia o ipoteca

Normalmente, nel caso in cui si intenda chiedere un prestito ad una banca o finanziaria che sia, è necessario un iter che passa innanzitutto da una istruttoria creditizia, volta a stabilire se il richiedente è in grado di ripagare il debito con l'istituto erogante. Non solo. In genere le banche e le finanziarie accedono alle numerose centrali di rischio per conoscere lo storico creditizio del richiedente. Una volta completate queste procedure è necessario garantire la restituzione del prestito, per esempio con una ipoteca sulla casa, oppure mediante la presentazione di un garante. Ovviamente, lo stipendio pubblico fa da garanzia, ma non sempre le banche e le finanziarie sono disposte a concedere un prestito, soprattutto oltre una certa soglia, anche quando il richiedente il finanziamento è un lavoratore del pubblico impiego. La Convenzione NoiPA permette di saltare tutti questi passaggi e di garantire l'istituto erogante il prestito alla fonte.

Rate e tassi

La Convenzione NoiPA garantisce che la rata per la restituzione del prestito non possa superare il valore equivalente ad un quinto dello stipendio e allo stesso tempo permette di rimborsare il prestito ottenuto con un piano di ammortamento in rate a tasso fisso. Riguardo quest'ultimo punto, la Convenzione NoiPA garantisce che il tasso di interesse applicato sia il più favorevole sul mercato e che rispetti i termini previsti dalla legge. Viene stabilito un tasso fisso massimo, che può variare nel tempo a seconda delle condizioni del mercato. Naturalmente, la variazione vale solo per i nuovi contratti, non per quelli in essere.

Credito Net

Grazie all'utilizzo dell'applicazione Credito Net, gli istituti di credito e le finanziarie che aderiscono alla Convenzione NoiPA possono accedere ad una piattaforma informatica che permette di velocizzare e digitalizzare tutta la procedura per la concessione del prestito agevolato al dipendente pubblico e statale. Dopo l'inserimento dei dati del richiedente il finanziamento, l'operatore della banca o della finanziaria a cui si è rivolto il lavoratore pubblico, otterrà tutti i dati relativi allo stipendio del richiedente, oltre alla verifica dei dati stessi, potendo quindi procedere immediatamente alla concessione del prestito. Credito Net permette quindi di velocizzare i tempi per la concessione del prestito richiesto e di eliminare alla fonte tutta la burocrazia prevista in questi casi. Inoltre, vari istituto di credito e finanziarie hanno messo a punto anche un sistema per richiedere il prestito a distanza, senza bisogno di recarsi in filiale.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • BNL Banca Nazionale del Lavoro - Credito per giovani e imprese

    Uno degli istituti più importanti in Italia. Le opportunità per ottenere credito sono le più svariate e vengono incontro alle esigenze di ognuno, con formule di rimborso adattabili e tasso fisso.

  • Findomestic - Il finanziamento online con firma digitale

    Si fa tutto sul sito, anche con l'ausilio di un ottimo simulatore per valutare il costo e il numero delle rate. Bisogna dire che i tassi di interesse sono molto convenienti e non ci sono spese accessorie. Buona la flessibilità nel rimborso.

  • L'istruttoria creditizia mutuo e finanziamento

    Nel momento in cui si fa richiesta di credito è necessario garantire un reddito e dimostrarsi affidabili agli occhi della banca o finanziaria che sia. Viene fatta un'analisi dello storico creditizio ed una valutazione di sostenibilità del debito.

  • Come funziona il credito su pegno

    Non sono poche le banche che effettuano questo servizio, anche se certo i prestiti ottenuti impegnando un bene non possono essere considerati convenienti, visto che gli interessi sono decisamente elevati.

Altre sezioni