IBL Banca - Prestito con delega e consolidamento

Nata nel 1927

Nasce a Roma nel 1927 specializzandosi subito nel settore del credito. Il nome iniziale fu infatti Istituto Nazionale di Credito agli Impiegati S.p.A. Nel corso degli anni si trasforma in un vero e proprio istituto bancario e oggi possiede 43 filiali e gestisce circa 500.000 clienti in tutta Italia.
Naturalmente, aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Privati

Il prestito IBL Banca per tutti i lavoratori, sia autonomi, vale a dire artigiani, commercianti o imprenditori, che dipendenti.

  • Requisiti
  • Possono richiedere un finanziamento sia i cittadini italiani che quelli stranieri, a patto che abbiano un'età tra i 18 e i 70 anni. Se stranieri bisogna essere residenti in Italia da almeno 1 anno e in regola con il permesso di soggiorno.

  • Da 2.000 a 60.000 Euro.
  • Non bisogna avere protesti in corso nè altre problematiche simili.
  • L'importo erogabile deve essere proporzionale alla capacità di rimborso, quindi al reddito dimostrabile.
  • Il tasso di interesse è fisso.
  • Il piano di ammortamento del prestito IBL Banca può arrivare a 120 mesi.
  • Tutte le spese sono comprese nella rata. Non ci sono costi aggiuntivi.
  • La documentazione è veramente ridotta al minimo.
  • Il pagamento delle rate può avvenire con trattenuta sul conto corrente o mediante bollettini postali.

Lavoratori dipendenti e pensionati

La formula è quella della cessione del quinto. Ovviamente, trattandosi di un prelievo sulla busta paga o sulla pensione, è possibile ottenere questo prestito IBL Banca anche se si è avuto dei problemi di pagamento in precedenza e non è richiesta alcuna finalità particolare.
Solo per lavoratori con contratto a tempo indeterminato.

  • Durata da 24 a 120 mesi.
  • Tutte le spese sono comprese.
  • Assicurazione
  • E' obbligatoria un'assicurazione sulla vita che viene gestita da una compagnia convenzionata.

  • Condizioni aggiuntive
  • Si può fare domanda per il prestito anche in presenza di altri finanziamenti in cors. L'insieme delle trattenute sulla busta paga non può superare il 50% dello stipendio netto.

  • Flessibile
  • Volendo si può rinegoziare anticipatamente la cessione del quinto o estinguere il debito con la possibilità di recuperare gli interessi non maturati.

  • Documentazione
  • Tutta la documentazione necessaria è curata da un consulente di IBL Banca direttamente nella filiale dove si fa la richiesta del prestito.

  • Erogato mediante un bonifico bancario o un assegno.

Prestito con delega

Si basa su un principio: ogni creditore ha il diritto di cedere il credito a soggetti terzi, anche se non c'è il consenso del debitore. Essendo la retribuzione del lavoratore un credito si può contrarre un prestito cedendo a terzi una quota del proprio stipendio.
Le caratteristiche principali sono quindi le stesse della formula con la cessione del quinto.

Consolidamento

Se avete altri finanziamenti in corso potete fare un unico contratto con IBL Banca, che estinguerà tutto e diventerà il vostro unico creditore, con la comodità del pagamento di tutti i prestiti in corso con una singola rata. Ovviamente, bisogna fare attenzione. Fondamentalmente, come è facile capire, si sommano interessi su interessi, che nel caso di pagamenti fortemente dilazionati possono diventare veramente molto onerosi.
Al momento della stipula del contratto si può ottenere anche una somma aggiuntiva.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • I prestiti cambializzati per protestati e cattivi pagatori

    Chi non ha un reddito dimostrabile, è senza busta paga o ha avuto problemi finanziari in passato, può accedere al credito mediante un sistema basato sul pagamento delle rate con le cambiali, come avveniva in passato.

  • CDP Cassa Depositi e Prestiti - Finanziamenti alle imprese

    In diversi casi anche con garanzia statale, sono presenti una serie di prestiti ad imprese di diverse dimensioni, in genere comunque PMI, per realizzare investimenti, aggregazioni, acquisti di macchinari e di tecnologie digitali.

  • Come funziona il social lending, il prestito tra privati

    Come già successo all'estero, anche in Italia è attivo il credito al consumo tra privati, con tassi generalmente più bassi della norma. Un'ottima soluzione per affrontare le difficoltà causate, a privati e aziende, da Covid-19.

  • Mutuo non pagato : conseguenze e pignoramento beni

    Con il Decreto Mutui del 2017 sono state introdotte delle novità importanti per chi non riesce più a pagare il muto per l'acquisto della casa. Le novità sono significative, vediamo cosa succede se non si è in regola con il saldo delle rate.

Altre sezioni