Banca Sella - Il finanziamento per l'impianto fotovoltaico

Informazioni generali

Ha sede a Biella e capitale sociale di 269.144.880,50 euro, interamente versati. Ovviamente, aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia.

Il settore tira

Ci occupiamo oggi di un prestito, chiamato "Prestidea Fotovoltaico", pensato per la realizzazione di un impianto residenziale per la produzione di energia da fonte rinnovabile, in questo caso, ovviamente, il sole.
Una prassi ormai consolidata in Italia, visto che il nostro paese è quello che registra un incremento tra i più elevati al mondo nello sviluppo del settore. Del resto le enormi potenzialità italiane unite agli incentivi e all'abbassamento del prezzo per la realizzazione di un impianto, in contrapposizione al continuo aumento del costo dell'energia, rendono il compito sempre più facile e vantaggioso. Se poi si associa a tutto questo un buon finanziamento allora il gioco è fatto.
Bene, ma come funziona il prestito Banca Sella per il fotovoltaico, e soprattutto, è conveniente? Vediamo.

L'importo massimo non è tra i più elevati

Specifichiamo innanzitutto una caratteristica importante. Si tratta di un finanziamento chirografario, vale a dire che non è richiesta una garanzia reale o personale. Ovviamente, in caso di mancato pagamento delle rate, il creditore ha diritto di rifarsi sui beni del debitore.
L'importo massimo erogabile è di 50.000 euro. Sinceramente, un po' bassino rispetto ad altri finanziamenti presenti sul mercato per questo tipo di operazioni, che in genere viaggiano tra i 70.000 e i 100.000 euro. Bisogna dire però che il target di riferimento, quello residenziale, visto l'abbattimento del costo degli impianti, potrà comunque puntare a finanziare per intero il proprio progetto, almeno nella maggior parte dei casi. Il problema di un tetto massimo più basso di altre proposte sul mercato non ci sembra quindi sostanziale, quanto semmai frutto della considerazione che Banca Sella ha fatto relativamente ai prezzi di mercato per la realizzazione di un impianto fotovoltaico ad uso residenziale.

Durata del prestito

In un periodo difficile come quello attuale le banche e le finanziarie cercano di allungare il più possibile i piani di ammortamento, in modo da permettere alla loro clientela una gestione il più possibile flessibile nel piano di restituzione. In questo caso si prevedono fino a 180 mesi.

Spese varie

I costi accessori legati alla stipula di un contratto per un prestito possono essere anche molto significativi nel computo totale e dobbiamo dire che nel caso di Banca Sella qualche costo accessorio c'è ed è anche importante.

  • Istruttoria
  • Al momento dell'erogazione del finanziamento, quindi parliamo di commissioni anticipate, il sottoscrittore deve versare l'equivalente di 2 punti percentuali sul totale del prestito ottenuto. Si tratta di una commissione per le spese di istruttoria che va ben al di la dello standard proposto da altri istituti di credito e che ovviamente penalizza la convenienza finale, al di la dei tassi di interesse, che come vedremo non sono certo bassi.

  • Altre imposte e commissioni
  • Troviamo anzitutto un'imposta sostitutiva dello 0,25% sul capitale erogato, a cui dobbiamo aggiungere la commissione promemoria per la scadenza della rata del valore di 1,60 euro, che però si azzera nel caso di utilizzo dei sistemi telematici. A questo bisogna aggiungere altri 0,71 euro per spese varie sempre relative alla comunicazione tra banca e cliente. Anche in questo caso se si utilizzano gli strumenti telematici la commissione si azzera e il servizio diventa gratuito.

Tasso di interesse

Sono presenti due modalità relative al tasso di interesse applicabile. Ovviamente parliamo di fisso e variabile. L'obiettivo di Banca Sella è quello di dare al cliente la possibilità di scegliere la soluzione più conveniente per le sue esigenze ed anche per le disponibilità finanziarie.
Bene, analizziamo le due soluzioni possibili per un prestito Banca Sella per la realizzazione di un impianto fotovoltaico.

  • Variabile
  • Per quanto riguarda questa soluzione, il parametro su cui verrà valutato il tasso di interesse è l'Euribor a 3 mesi a cui va aggiunto uno spread stabilito al momento della firma del contratto, che attualmente vale 11,40 punti.
    Basta fare qualche calcolo per capire che una soluzione di questo tipo porta ad un TAN del 12%. Chiaramente eccessivo. Questo dato, obiettivamente fuori mercato, viene dal valore molto elevato dello spread applicato sull'Euribor, molto maggiorato rispetto a quello applicato da altri istituti bancari.

  • Fisso
  • Tasso nominale annuo del 12,5%. Anche in questo caso eccessivo rispetto ai concorrenti. Ricordiamo tra l'altro, come esposto precedentemente, che al tasso di interesse, fisso o variabile che sia, va aggiunta una spesa di istruttoria di 2 punti percentuali sul capitale erogato dal finanziamento. Se calcoliamo il tutto escono fuori dei valori sinceramente troppo elevati. Va bene che le banche di questi tempi puntano a rendimenti importanti, lo sappiamo, ma la proposta ci sembra veramente fuori mercato ed eccessiva.
    Ovviamente si può cercare di contrattare condizioni migliori al momento della stipula del contratto, ma non sappiamo quanto possano essere ampi i margini di trattativa. Abbiamo dei dubbi.

Assicurazione obbligatoria

Al prestito Banca Sella è associata una copertura assicurativa obbligatoria che interviene sia in caso di danni all'impianto fotovoltaico finanziato che ad eventuali perdite economiche dovute alla mancata vendita dell'energia prodotta, a condizione ovviamente che se ne produca più di quanta se ne consuma.
Il costo di tale polizza è in linea con gli standard del mercato per questo tipo di prodotti.

Opinione finale

Allo stato attuale non ci sembra che il finanziamento Banca Sella per un impianto fotovoltaico possa essere considerato conveniente, sia per quanto riguarda l'offerta per un prestito con tasso fisso che quella con tasso variabile. L'interesse richiesto per la concessione del finanziamento è, a nostro parere, eccessivo, ed il capitale erogato non è dei più importanti.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Come funziona l'ipoteca sulla casa

    Durata, estinzione e cancellazione sono solo alcuni degli aspetti di una materia relativamente complessa, ma con cui hanno a che fare milioni di italiani. La normativa è cambiata negli anni e sono state introdotte numerose novità.

  • Acquisto dei libri scolastici a rate - Attenzione alle trappole

    Le tante difficoltà di milioni di famiglie spingono molti a cercare soluzioni alternative al contante per l'acquisto di tutto ciò che serve allo studio dei figli. Un problema crescente che si diffonde sempre di più.

  • I prestiti cambializzati per protestati e cattivi pagatori

    Chi non ha un reddito dimostrabile, è senza busta paga o ha avuto problemi finanziari in passato, può accedere al credito mediante un sistema basato sul pagamento delle rate con le cambiali, come avveniva in passato.

  • BPM - Banca Popolare di Milano - Credito fotovoltaico

    Diverse le soluzioni a disposizione. Molto valide le proposte finalizzate alla produzione di energia rinnovabile o per il risparmio energetico. Tempi lunghi per il ritorno del finanziamento e flessibilità.

Altre sezioni