BPM - Banca Popolare di Milano - Credito fotovoltaico

Così fan tutti

Ormai non c'è istituto di credito che non preveda tra i suoi prodotti un finanziamento per la relizzazione di un impianto per la produzione di energia rinnovabile. Le offerte sono tante e differenziate, alcune valide, altre meno, e tra queste oggi ci occupiamo di "Credito fotovoltaico" di BPM.
E' bene precisare che il prestito in oggetto può essere richiesto anche per potenziare un impianto già esistente. Bene, diamo un'occhiata più da vicino a questo prodotto.

Ottimo l'importo massimo finanziabile

Il capitale erogabile risulta essere molto elevato a seconda comunque del soggetto richiedente. Nel caso di un privato vengono garantiti fino a 150.000 euro, una cifra senza dubbio più che sufficiente alla realizzazione di un impianto tarato sulle esigenze della media delle famiglie italiane. Da questo punto di vista, senza dubbio, Credito fotovoltaico si presenta come una tra le migliori soluzioni disponibili sul mercato.

Ampia personalizzazione e tempi lunghi

Vengono offerte ampie possibilità di personalizzazione per quanto riguarda il piano di ammortamento del finanziamento. Il cliente può scegliere tra pagamento mensile, trimestrale e semestrale, a seconda delle sue esigenze, ma soprattutto colpisce favorevolmente il periodo massimo a disposizione per il rimborso: fino a 180 mesi.

Flessibilità anche per il tasso di interesse

Flessibilità sembra essere la parola d'ordine di Credito fotovoltaico di BPM. Anche per quanto riguarda il tipo di tasso di interesse viene offerta ai clienti la possibilità di scegliere tra fisso e variabile. Ancora un punto a favore, dopo l'ottimo importo massimo erogabile e la totale flessibilità del piano di ammortamento.
Nel caso in cui si scelga il prestito con tasso variabile l'interesse viene calcolato partendo dall'Euribor di periodo ed aggiungendo uno spread di 4 punti percentuale. Nell'insieme, sia per quanto riguarda la soluzione fissa che quella variabile, l'offerta ci sembra più che concorrenziale rispetto a quanto offrono i concorrenti, anche nella migliore delle ipotesi.

Spese accessorie piuttosto contenute

Valido anche l'ammontare totale dei costi accessori, cosa che contribuisce ancora di più a rendere il prestito BPM ancora più conveniente. Importante sottolineare come le spese di istruttoria siano fisse, esattamente 100 euro, a cui va aggiunta l'imposta sostitutiva pari allo 0,25% del capitale erogato.
Infine, nessuna penale prevista nel caso di estinzione anticipata del finanziamento.

Opinione finale

Molto valido il finanziamento della Banca Popolare di Milano per la realizzazione di un impianto di energia rinnovabile, o anche del suo potenziamento, nel caso sia già esistente. I punti a favore sono diversi: ottimo l'importo massimo erogabile, piano di ammortamento del prestito ampiamente personalizzabile, a partire dal tipo di tasso di interesse, e infine un costo totale del finanziamento che ci sembra assolutamente concorrenziale, anzi a dir la verità tra i migliori presenti sul mercato.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Banca Sella - Il finanziamento per l'impianto fotovoltaico

    Due le proposte principali relative al settore energetico. La prima, chiamata Prestidea Fotovoltaico, prevede un importo massimo fino a 50.000 euro ma i tassi, sia fissi che variabili, sono troppo elevati.

  • Prestiti, fondi e bonus per la nascita di un figlio

    Tante le agevolazioni economiche per chi fa figli, anche se non sempre cumulabili. Oltre agli assegni di maternità e a vari bonus sono presenti sia il fondo di garanzia per i nuovi nati che il finanziamento Inpdap per neo-genitori del settore pubblico.

  • Compass - Tante offerte a disposizione, ma interessi importanti

    Il massimo che si può richiedere è 30.000 euro, 75.000 per la formula con la cessione del quinto, per pensionati e dipendenti, pubblici e privati. Il simulatore online mostra tassi di interesse non molto convenienti, ma la flessibilità è buona.

  • Bando Microcredito - Che cos'è e cosa fare per accedere

    Non parliamo di risorse straordinarie, ma può essere utile per chi ha voglia di avviare una startup o di far crescere un'attività lavorativa già esistente ma si trova impossibilitato ad offrire garanzie al classico settore creditizio.

Altre sezioni