Investiamo nei beni rifugio per metterci al sicuro

In un momento in cui l'economia globale ci regala problematiche quotidiane, per non parlare dei problemi del nostro paese, diventa particolarmente importante mettere in sicurezza i nostri risparmi. In genere il consiglio degli esperti è quello di diversificare, di attuare una strategia di differenziazione. Insomma, ci poniamo un obiettivo per il 2019 e mettiamo in atto tutte le azioni possibili per raggiungerlo senza correre rischi che in un momento di per sé già turbolento come questo sarebbero eccessivi. Quello della diversificazione, però, non è l'unico modo per proteggere il proprio capitale. Da sempre i beni rifugio vengono considerati l'investimento migliore in ottica sicurezza, in caso di default dell'economia nazionale in tempi moderni, così come in caso di guerra in passato. Facciamo un esempio: è un bene rifugio un Rolex, un immobile di pregio, il quadro di un artista noto ed apprezzato e così via. Nel corso dell'articolo di oggi vedremo innanzitutto cosa sono i beni rifugio, quali sono i migliori su cui investire nel 2019, come si acquistano e naturalmente quali convengono di più.

Cosa sono i beni rifugio

Per valutare se è sicuro investire in quest'ambito e se conviene, dobbiamo prima capire di cosa stiamo parlando. Il bene rifugio è un bene il cui valore viene ritenuto intrinseco, vale a dire non mutevole a seconda di una serie di eventi, come per esempio il livello generale dei prezzi o il default dell'economia di un paese. Questa è la ragione principale che spiega perché i beni rifugio proteggono in caso di default o di grave crisi finanziaria. Il loro valore tende a rimanere costante nel tempo e a non subire fattori esterni, anzi. In caso di crisi in genere il valore dei beni rifugio cresce, magari momentaneamente, in quanto vengono visti come un paracadute dei propri soldi, nella sostanza, generando di conseguenza una maggiore richiesta sul mercato, quindi un aumento dei prezzi. Dopo aver visto cosa sono i beni rifugio vediamo perché rappresentano il migliore degli investimenti sicuri, quelli che garantiscono comunque la protezione del proprio capitale e che proteggono in caso di default o crisi.

Il migliore degli investimenti sicuri

In generale l'investimento nei beni rifugio non ha un valore speculativo, l'obiettivo non è incrementare il proprio capitale, ma protettivo in caso di crisi economica, svalutazione monetaria oppure in caso di default del proprio paese. Insomma, tra gli investimenti sicuri, anche nel 2019, quello sui beni rifugio è certamente ad oggi il re incontrastato. Visto il periodo, chi si chiede come investire durante la crisi, perché ormai viviamo da anni una profonda e continua crisi finanziaria, non potrà che ricevere come risposta che investire sui beni rifugio è sicuro, ma a condizione di conoscere bene l'argomento e scegliere quale contesto è il migliore a seconda delle proprie esigenze e del capitale a disposizione.

I più affidabili

Continuando la nostra analisi per capire cosa sono i beni rifugio, anticipiamo quello di cui parleremo più avanti, dove vedremo l'elenco completo dei beni rifugio, o almeno dei più importanti. In genere, vengono considerati tali i metalli preziosi e le materie prime in generale, primo fra tutti l'oro naturalmente, così come i gioielli e gli orologi più ricercati. Seguono i beni immobili, le valute con alle spalle una solida Banca Centrale, i titoli di Stato dei paesi più affidabili e le opere d'arte (ma vedremo a breve che la lista è piuttosto lunga).

I beni rifugio: quali sono

Bene, dopo aver visto di cosa parliamo possiamo passare all'elenco completo dei beni rifugio disponibili agli investitori. Faremo delle considerazioni generali su quali sono i migliori, i più sicuri e vantaggiosi nella sostanza, ma daremo un'occhiata anche a quelli un po' più da "esperti del settore", giusto per completare il discorso e decidere quindi quali scegliere sulla base delle proprie esigenze.

I migliori

Cominciamo con quelli che, a parere del sottoscritto, possono essere considerati i migliori beni rifugio su cui investire. Dico "a parere del sottoscritto" perché non esiste, di fatto, una regola fissa per valutare l'affidabilità di un investimento qualsiasi, non solo quello di cui parliamo in questo articolo. Ognuno ha le sue idee ed io preferisco, nel caso dei beni rifugio, tutto ciò che è solido, che si tocca e magari che si può conservare al sicuro. Sarò anche il classico italiano fissato con il mattone e che mette i soldi sotto al materasso, ma questo atteggiamento mentale, diciamo la verità, è quello che ci mantiene in piedi nonostante una gestione del paese a dir poco strampalata. Bene, vediamo la lista dei migliori beni rifugio, successivamente analizzeremo anche gli altri.

  • Oro
  • Il più noto, amato, desiderato e, ad oggi, affidabile dei beni rifugio. Non c'è niente che possa proteggere di più in caso di default dell'economia nazionale, anche se bisogna fare attenzione ad acquistarlo nel momento giusto. L'oro è infatti altamente speculativo, quindi la sua quotazione è caratterizzata da alti e bassi decisivi dal punto di vista dell'acquirente. Come abbiamo ampiamente spiegato nel nostro articolo su come investire in oro, oggi all'acquisto fisico dei lingotti si aggiungono anche tanti strumenti finanziari, più o meno adatti a tutti, quindi l'oro come bene rifugio è diventato accessibile a chiunque. Nel caso in cui si acquistino fisicamente i lingotti, la soluzione migliore per la conservazione è quella della cassetta di sicurezza in banca, accessibile anche con poche decine di euro all'anno. Si può investire sull'oro come bene rifugio anche acquistando monete da investimento, ma in questo caso è richiesta una buona conoscenza del settore. L'investimento in oro come bene rifugio è sicuro e, con le giuste precauzioni, conveniente anche nel 2019. Sicuramente tra le soluzioni migliori. Con i nuovi strumenti finanziari è diventato facile, comodo e monetizzabile al volo se si ha bisogno di liquidità. Inoltre ci sono le azioni. Vi consigliamo, a questo riguardo, l'articolo sui migliori titoli auriferi. Per chiudere, lo sapevate che si può comprare l'oro alle Poste?

  • Opere d'arte
  • Continuiamo a vedere quali sono i migliori beni rifugio. Certamente le opere d'arte offrono tutte le sicurezze del caso e se indovinate l'acquisto giusto, la rivendita può garantire un surplus impensabile in altri settori. Il vero problema è la custodia, impegnativa e costosa. In più il mercato è pieno di falsi, quindi la truffa è dietro l'angolo. Difficile anche liquidare in tempi brevi, anzi, spesso c'è da attendere parecchio e bisogna rivolgersi ad esperti o società specializzate.

  • Valute
  • Oltre al dollaro americano, naturalmente, sono da considerare beni rifugio anche il dollaro di Singapore e quello di Hong Kong. A questi va aggiunta la moneta nazionale cinese, il renminbi. Vanno considerate anche altre realtà interessanti, come il dollaro canadese, quello australiano e soprattutto la corona norvegese. Senza dubbio parliamo di economie ricche e sicure, ma troppo legate alle materie prime, di cui sono certamente ricche. Va da sé che quando ci sono problemi la gente consuma meno, le aziende usano meno energia e questo incide sulle economie molto legate alle materie prime, soprattutto quelle relative al comparto energetico, come nel caso del Canada e della Norvegia. Ecco perchè le valute di questi paesi, allo stato attuale, non possono essere considerate sicure a tutti gli effetti. Se vi interessa l'argomento vi proponiamo il nostro articolo su come si investe in valuta straniera e quali sono le più affidabili valute extra-europee.

  • Orologi
  • Il mercato è vivace e ricco di appassionati. Ovviamente i Rolex, soprattutto alcuni modelli, possono essere annoverati tra i migliori beni rifugio, ma attenzione alle truffe (il settore è ricco di patacche che imitano gli originali) e ai prodotti difettosi. Inoltre, diffidate degli affaroni. Chi ha un Rolex ricercato e di pregio, per capirci, non lo svende! Per saperne di più vi consigliamo il nostro articolo sugli orologi da investimento, dove elenchiamo quelli che a nostro parere sono tra i migliori acquisti per mettere in sicurezza i propri soldi e magari anche per tirarci fuori qualcosa, ma solo dopo un certo numero di anni va detto, secondo gli esperti del settore circa 20.

  • Monete da collezione
  • Abbiamo parlato precedentemente delle monete da investimento. In quel caso si tratta per lo più di un'alternativa ai lingotti per chi vuole investire in oro (ma non solo). Esiste però anche un mercato di monete da collezione legate per lo più a particolari periodi storici o molto antiche (le monete romane per esempio). Un pezzo ricercato e raro è da considerare certamente un bene rifugio.

  • Gioielleria
  • C'è poco da dire. Un gioiello prezioso sarà sempre una garanzia, ma bisogna essere esperti del settore e serve un capitale non indifferente.

  • Immobiliare e terreni
  • Il mattone tira sempre e regge anche crisi prolungate, a condizione di saper attendere però. L'acquisto indovinato di un terreno può far fare il colpo, infatti se viene destinato ad altro moltiplica il suo valore. Anche i garage sono un ottimo investimento, certamente sicuro nelle città molto trafficate.

  • Francobolli
  • Bisogna essere esperti e profondi conoscitori del settore, ma un buon francobollo da collezione mantiene inalterato il suo valore nel tempo. È un ottimo bene rifugio facilmente liquidabile.

  • Auto d'epoca
  • In questo caso parliamo di un settore che richiede investimenti importanti e tanti problemi di conservazione del bene acquistato. Lasciamo perdere le Ferrari d'epoca e simili, intoccabili se non siete ricchi a dismisura, ma se indovinate il modello e la marca giusta, il mercato è sempre in fermento e potete fare guadagni impensabili in altri settori.

  • Ceramiche cinesi
  • Contesto particolare. Alcuni pezzi sono intoccabili se non siete milionari. La valutazione delle ceramiche cinesi dipende molto dal periodo storico in cui sono state realizzate ed un buon acquisto permette senza dubbio di mettere al sicuro i propri risparmi. Attenzione a prodotti di poco pregio spacciati per capolavori.

  • Vini pregiati
  • Basta dare un'occhiata alle quotazioni dei vini più rinomati, ma soprattutto le loro variazioni nel tempo, per capire quanto il settore dei vini pregiati rappresenti uno degli investimenti in beni rifugio più sicuri ed affidabili. Il punto debole è la possibilità di liquidare velocemente l'investimento.

Altri beni rifugio

  • Diamanti
  • Un tempo avremmo considerato i diamanti come bene rifugio per eccellenza, ma oggi non è più così, almeno per il piccolo risparmiatore. Vi hanno proposto l'acquisto in banca? Leggete il nostro articolo sull'investimento in diamanti e capirete che il settore va ormai guardato con distacco, a meno di avere risorse ingenti che permettono di acquistare pietre veramente preziose e ricercate. Se proprio siete intenzionati a puntare sui diamanti vi consigliamo anche l'articolo sui certificati gemmologici, utili a capire il vero valore delle pietre preziose.

  • Titoli di Stato
  • L'emissione di debito pubblico di un paese come la Germania, gli Stati Uniti, la Norvegia, il Giappone, il Canada e l'Australia presenta certamente rischi bassissimi dal punto di vista di chi compra, almeno nella valutazione del mercato. Facile anche liquidare velocemente, ma come è ovvio i titoli di Stato di questi paesi, soprattutto a breve e medio termine, offrono rendimenti bassissimi o praticamente nulli. Se volete investire nei titoli di Stato, vi consigliamo l'articolo sui Credit Default Swap i cosiddetti CDS, un ottimo strumento per valutare il grado di rischio di un qualsiasi titolo. Si tratta nella sostanza di un'assicurazione contro il rischio di default, di insolvenza di un titolo. Il suo valore, quanto si deve pagare per mettersi al sicuro, in pratica, permette di stabilire l'affidabilità di un'azione, obbligazione o quello che sia.

  • Mobili antichi
  • Questo è un chiaro esempio di come un prodotto che un tempo era considerato bene rifugio oggi sia rivolto solo ad un numero strettissimo di appassionati o commercianti del settore. Fino a 30 anni fa il mobile antico garantiva vendite veloci ed un sicuro guadagno, se si era fatto un acquisto lucido ed appropriato. Oggi non è più così, quindi i mobili antichi li mettiamo tra i cattivoni dei beni rifugio.

  • Collezionismo
  • Il collezionismo è ricco di settori interessanti per chi vuole aggiudicarsi un prodotto ricercato e che mantiene inalterato il suo valore nel tempo. Se ci si guarda attorno, si possono fare affari interessanti, anche in funzione di rivalutazione nel tempo e quindi strettamente speculativa. Si può differenziare e liquidare velocemente, ottima strategia quando si decide di investire sui beni rifugio.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Bond sovrani che pagano interessi altissimi - Come funzionano

    Fino ad ora rivolti a player istituzionali, o se vogliamo ad una mentalità di tipo anglosassone, adesso anche da noi si fanno spazio tra i piccoli risparmiatori prodotti finanziari ad alto rischio e rendimenti molto elevati.

  • Banca IMI opportunità dollaro USA - 7 anni e tasso misto

    Se mettiamo in conto i due fattori di rischio, l'acquisto di un prodotto in una valuta diversa dalla propria e il tasso variabile calcolato sul Libor USD a 3 mesi, l'offerta di cui parliamo oggi la sua convenienza ce l'ha eccome.

  • Le cedole in valuta estera più convenienti

    Considerando l'andamento dei cambi, soprattutto nel rapporto dell'Euro con le economie emergenti, diventa interessante un'analisi delle emissioni sovrane più allettanti e vantaggiose. I rendimenti possono essere anche molto elevati.

  • Cosa fare con i titoli bancari - Vendere o comprare

    Il momento difficile del settore potrebbe spingere molti, soprattutto i piccoli risparmiatori, a vendere in tutta fretta per limitare gli eventuali danni. Ma non è una buona idea, tranne se si agisce con intelligenza e al momento giusto.

Altre sezioni