Guida Ecobonus 2022 - Lavori ammessi alle agevolazioni fiscali

Questo articolo è parte integrante della nostra guida agli Ecobonus 2022, a cui vi rimandiamo per l'elenco degli altri articoli della guida.

Spese detraibili con gli Ecobonus 2022

L'obiettivo principali degli ecobonus è quello di migliorare l'efficienza energetica degli immobili e degli edificici in generale, quindi tutto ciò che comporta un significativo risparmio energetico. Vediamo la lista degli interventi di ristrutturazione, degli impianti e dei prodotti che permettono di accedere alla detrazione Irpef promessa anche per il 2022 dalla Legge di Bilancio (cliccando sul link potrete leggere l'articolo che approfondisce il funzionamento dell'Irpef con l'elenco di tutti gli oneri e le spese deducibili). Nell'articolo successivo della nostra guida agli Ecobonus 2022 vedremo anche a quanto corrispondono le detrazioni fiscali a seconda dell'intervento effettuato e in un apposito articolo di approfondimento anche delle due soluzioni alternative alla detrazione fiscale, vale a dire lo sconto in fattura o la cessione del credito.

Immobili residenziali e strutture varie

Naturalmente quella che vedremo è una lista riassuntiva che non può tener conto, in dettaglio, di tutti gli interventi oggi possibili per migliorare l'efficienza energetica di un'abitazione o di un edificio in genere, visto anche il notevole livello di innovazione che il settore sta conoscendo. Va specificato che per poter accedere agli Ecobonus 2022 è necessario dimostrare l'esistenza dell'immobile oggetto dei lavori di ristrutturazione, ai fini del risparmio energetico, mediante il documento di iscrizione al catasto oppure esibendo le ricevute per il pagamento delle imposte comunali.

  • Pannelli solari per acqua calda
  • Parliamo di sistemi basati su pannelli solari, quindi funzionali alla produzione di acqua calda per usi domestici e industriali, così come per piscine, istituti scolastici, universitari e così via. L'Agenzia delle Entrate ha precisato che in questa categoria rientrano anche i "sistemi termici a concentrazione solare", ma solo se utilizzati per la produzione di acqua calda, come avviene per esempio nei nuovi impianti di solare termodinamico Ohikia, un'importante innovazione che permette di ottenere energia come con i classici impianti fotovoltaici, ma sfruttando il principio del solare termodinamico domestico con l'aggiunta di una batteria termica e l'utilizzo di un liquido speciale progettato proprio da Ohikia, una start-up tutta italiana.

  • Efficienza termica
  • Come molti lettori sapranno, una buona parte del consumo energetico per il riscaldamento ed anche per il condizionamento degli ambienti della propria abitazione viene in effetti sprecato a causa di una inefficace "tenuta stagna", definiamola così, soprattutto degli infissi. Gli Ecobonus 2022 permettono di detrarre dall'Irpef il 65% delle spese sostenute per la sostituzione di infissi, serramenti, pavimenti e simili, ma anche per lavori di coibentazione, come il cappotto termico, e tutto ciò che è ristrutturazione edilizia mirata ad ottenere risparmio ed efficienza energetica. Il nuovo conto termico 2.0, che va a completare il discorso, prevede tutta una serie di interventi incentivabili, con la possibilità di installare caldaie a pompa di calore, a condensazione e così via. Va detto però che in quest'ultimo caso, come abbiamo spiegato nell'articolo sulla detrazione 2022 caldaia a condensazione, la soluzione migliore per rientrare dalla spesa per la nuova caldaia è proprio quella dell'Ecobonus 2022, a condizione però che si installi contemporaneamente anche un sistema di termoregolazione, come ad esempio le valvole termostatiche, altrimenti la detrazione Irpef scende al 50%. Tutto questo è stato deciso dalla nuova Legge di Bilancio, che ha rivisto il funzionamento degli incentivi GSE 2022, almeno per quanto riguarda la sostituzione di una vecchia caldaia con una a condensazione.

  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Ovviamente, in questo caso, la normativa si riferisce alla sostituzione di vecchi impianti con quelli di nuova generazione, più efficienti e puliti. Parliamo quindi di caldaie a condensazione, pompe di calore e i nuovi impianti geotermici a bassa entalpia. Aggiungiamo anche le stufe a pellet, molto utilizzate in Italia (vedremo più avanti quali detrazioni fiscali sono previste per questa tipologia di macchine per la produzione di aria o acqua calda, con le cosiddette stufe a pellet idro).

  • Domotica
  • Ormai, grazie alla straordinaria diffusione di internet, la domotica diventa ogni giorno di più una realtà. Le detrazioni fiscali Ecobonus 2022 valgono anche per l'acquisto di beni e strumenti per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, una pratica che, se ben adottata, può in effetti portare ad un notevole risparmio energetico.

Per chi non lo sapesse, ricordiamo che dal 2019 sono in vigore delle nuove norme che riguardano la manutenzione e la gestione dei sistemi termici per il condizionamento degli edifici e degli immobili, la produzione di energia e così via. Le norme sono piuttosto severe e prevedono sanzioni piuttosto importanti. Per informazioni vi rimandiamo al nostro articolo sul nuovo libretto impianti.

Detrazione massima per tipologia di intervento

Come chiaramente espresso sul sito dell'Agenzia delle Entrate "l'agevolazione è ammessa entro il limite che trova capienza nell'imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi". Vediamo la lista della detrazione fiscale massima permessa dal bonus risparmio energetico 2022 in base all'intervento effettuato. Naturalmente tutte le cifre si intendono in euro.

  • Riqualificazione energetica
  • 100.000

  • Coibentazione, infissi, etc.
  • 60.000

  • Pannelli solari
  • 60.000

  • Sostituzione impianti di climatizzazione invernale
  • 30.000

Normativa sui pannelli solari

Importante sottolineare che nel caso dell'installazione di pannelli solari devono essere rispettate due condizioni, affinchè sia possibile accedere all'agevolazione fiscale della detrazione Irpef. Vediamo quali sono.

  • Garanzia
  • I pannelli solari e i bollitori devono essere dotati di una garanzia minima di 5 anni, mentre per accessori e componentistica gli anni si riducono a due.

  • Conformità norme UNI
  • Gli impianti devono essere conformi alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976. L'ente certificatore deve appartenere ad un paese dell'Unione Europea o alla Svizzera.

Detrazioni fiscali Ecobonus 2022 >

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Finestre doppio o triplo vetro - Quali scegliere

    Negli ultimi anni questa tipologia di prodotti ha conosciuto una notevole crescita tecnologica, soprattutto nel trattamento delle superfici vetrate, sempre più efficienti nel contrastare la dispersione termica ed il surriscaldamento.

  • Le valvole termostatiche, come funzionano e obblighi di legge

    I proprietari di casa con riscaldamento autonomo non sono tenuti ad installare le valvole, a meno che passino alla ristrutturazione dell'impianto di riscaldamento, dell'abitazione o alla sostituzione della caldaia.

  • Guida agli Ecobonus 2022

    Quali sono le regole e i requisiti per accedere alle detrazioni fiscali per i lavori mirati al risparmio energetico di immobili ed edifici. L'alternativa cessione del credito e sconto in fattura. Le modalità di pagamento e i documenti necessari.

  • Cos'è il cappotto termico, bonus, detrazioni e incentivi

    Sia nel caso di soluzione interna che esterna, esistono diversi materiali e modalità di installazione, ognuna con vantaggi e svantaggi. Il risparmio energetico generato è comunque importante e capace di impattare sul costo della bolletta.

Altre sezioni