Revisione auto - Sanzioni e tolleranza zero

Parte la tolleranza zero

Tra i tanti costi che l'automobilista deve affrontare si è aggiunto, ormai da qualche anno, anche quello della revisione che, per carità, troviamo giusto per non mettere in pericolo la propria vita e quella degli altri. Naturalmente le difficoltà economiche ormai generalizzate hanno reso sempre più fastidioso quello che comunque, sebbene non altissimo, è un costo, anche perchè il settore automobile è ormai un noto bancomat per l'erario, tra rc auto, bolli, accise sui carburanti e chi più ne ha più ne metta.
Non è un caso se, come spesso accade, chi marcia sui problemi degli altri si è subito attrezzato, ed ecco un fiorire di truffe e false certificazioni di idoneità, come accaduto a Napoli dove, proprio pochi giorni fa, è stata scoperta una gigantesca truffa con migliaia di false revisioni scoperte dalla Guardia di Finanza.

Ogni quanto si fa la revisione auto

L'intervento per la revisione auto può essere effettuato presso la motorizzazione o un'officina autorizzata

Anche per queste ragioni le istituzioni si sono subito messe all'opera, in questi casi sono super efficienti, ed hanno immediatamente adottato le contro misure necessarie. Niente di nuovo per quanto riguarda la tempistica, diciamolo subito. La prima revisione scatta dopo 4 anni dal momento dell'immatricolazione del veicolo, per poi passare ad una scadenza biennale. Non cambiano i tempi anche per tutti i mezzi considerati "speciali", vale a dire quelli adibiti al trasporto delle persone, come taxi, autobus e ambulanze, e quelli considerati atipici, per esempio le auto elettriche. In questi casi, infatti, vige l'obbligo del controllo annuale. Invariate anche le modalità, con la possibilità di recarsi presso una qualsiasi sede della Motorizzazione Civile oppure presso un'officina autorizzata, che poi dovrà naturalmente provvedere a comunicare il tutto agli enti preposti per via telematica. Quindi, per chi si chiede ogni quanto si fa la revisione auto, riassumiamo le informazioni principali in una lista.

  • Veicolo appena immatricolato
  • In questo caso la revisione auto va fatta dopo 4 anni.

  • Dopo la prima revisione
  • La scadenza passa ad essere biennale dopo la prima revisione.

  • Mezzi speciali e atipici
  • Auto elettriche e veicoli adibiti al trasporto delle persone devono effettuare la revisione auto ogni anno.

Controllo e sanzioni

Diverso il discorso per quanto riguarda la modalità con cui vengono svolti i controlli, adesso più rigidi proprio per evitare truffe come quella di cui abbiamo parlato in precedenza, ma soprattutto la legislazione su eventuali ritardi, il vero cambio di rotta. Grazie infatti ad una completa informatizzazione del settore qualunque ritardo comporterà non solo una multa di 155 euro, ma anche l'applicazione immediata, in quanto automatica, della sanzione che, entro il mese di scadenza del termine di revisione, verrà immediatamente inviata a casa del malcapitato.
Una volta ricevuta la multa il titolare del veicolo potrà utilizzare quest'ultimo solo per recarsi in officina ad effettuare la revisione, pena una sanzione di 639 euro e il fermo amministrativo del mezzo.

Il database delle scadenze

Anche per le automobili utilizzate raramente la revisione auto va effettuata nei tempi prestabiliti.

Per chi pensa che la si possa fare franca, come molte volte accade in Italia, è bene precisare che, essendo il sistema completamente informatizzato, la Polizia adesso è in possesso del database completo di coloro che non risultano in regola e quindi con la revisione auto scaduta o non effettuata del tutto. Quindi attenzione perchè la cosa è seria. A questo si deve aggiungere che non sono certo esentati dalla revisione auto i mezzi "parcheggiati", come può essere una vecchia automobile ferma in garage o sotto casa. Il sistema informatico non si fa problemi se c'è un utilizzo o meno del mezzo, infatti. Semplicemente, se risultate possessori di un veicolo qualsiasi o fate la revisione nei tempi prestabiliti o è multa sicura! Aggiungiamo che la tolleranza zero non è solo sulla revisione vera e propria, ma anche sui giorni in cui si può circolare una volta scaduta la revisione auto precedente. Nella sostanza bisogna attrezzarsi per non circolare mai con la revisione scaduta, non esiste nessuna tolleranza. Punto.

I costi

Per quanto riguarda il costo della revisione auto ricordiamo che la tariffa , stabilita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è di 65,68 euro, a cui si devono aggiungere manodopera ed eventuali ricambi. Per gli operatori del settore viene proibito l'uso di qualsiasi timbro. Ora il tutto dovrà necessariamente essere inviato all'Ente preposto per via telematica.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Emissione, normativa e registrazione della ricevuta fiscale

    Vediamo chi può emettere una ricevuta fiscale in sostituzione della fattura, quali sono i dati obbligatori, la normativa sulla registrazione e in funziona della liquidazione Iva, i registri corrispettivi e le sanzioni amministrative e penali previste.

  • Il segreto bancario, cos'è e la fine in Svizzera

    Ormai siamo agli sgoccioli. Sono pochi i paesi dove rimane un istituto che non è più sostenibile, viste le continue crisi finanziarie e le problematiche di milioni di cittadini, italiani ed europei. Dal 2017 è cambiato tutto.

  • I documenti per richiedere l'ISEE

    È necessario fare attenzione a presentare tutta la documentazione necessaria, altrimenti si riceverà una risposta negativa da parte dell'Ente a cui si richiede la prestazione sociale agevolata. Alcuni dei dati da inserire vanno autocertificati.

  • Il nuovo regime forfettario agevolato - Come funziona

    Sostituisce i minimi. L'ennesimo balletto di norme che cambiano a seconda del Governo del momento, verrebbe da dire, ma le novità sono importanti. Vediamo a chi conviene veramente.

Altre sezioni