RCA scaduta - Cosa succede, copertura e sanzioni

Le telecamere scovano i trasgressori

Prima di capire come funziona il sistema di sanzioni pensato per chi viaggia con l'RC auto scaduta, quali conseguenze comporta un incidente senza copertura assicurativa e le novità presenti dal 2019 (ci sono sanzioni maggiorate), vediamo il sistema di controllo mirato a rendere la vita più difficile a chi non è in regola con pagamenti vari sull'automobile, come per esempio il bollo e per verificare se l'assicurazione auto non è stata rinnovata o è del tutto assente. I tempi sono cambiati. Una volta si poteva contare sulla fortuna, per quanto il giochino era comunque pericoloso visto che si viaggiava senza copertura assicurativa. Insomma era necessario che qualche tutore dell'ordine ci fermasse per un controllo, ma ora le cose sono diverse e le nuove tecnologie e i sistemi automatici di controllo la fanno da padrono Il sistema di cui parleremo a breve si aggiunge alle norme già decise dal legislatore riguardo la revisione auto, ora controllata in modo del tutto automatico.

Si allarga il controllo

Tutti abbiamo presente le famose telecamere piazzate nelle città, in genere nei pressi delle zone centrali. Allo stato attuale sono funzionali solo a gestire l'accesso nelle zone a traffico limitato, per far si che solo i mezzi autorizzati possano accedere, oltre naturalmente ad effettuare un controllo sui limiti di velocità, come sanno tanti cittadini che, soprattutto di questi tempi, si vedono recapitare multe come se fossero noccioline.
A breve però, grazie all'utilizzo di queste telecamere, le autorità competenti potranno anche sfruttare un sistema che in modo del tutto automatico controllerà altri fattori importanti, come abbiamo detto anche l'avvenuta revisione auto, ma, in modo particolare, il pagamento dell'assicurazione Rca, se non la presenza di una polizza, visto che ormai, come è noto, è altissimo il numero di automobilisti che viaggiano senza nessuna copertura assicurativa, fregandosene altamente di multe e sanzioni.

Evasione sconcertante

Le imprese del settore lanciano l'allarme sui veicoli non assicurati che viaggiano nele nostre città.

In effetti già da tempo la polizia municipale di diverse città utilizza un sistema del genere, ma ora la diffusione sta diventando totale e su tutto il territorio nazionale. Del resto i dati sul mancato pagamento dell'RCA sono sotto gli occhi di tutti. L'Ania, l'Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, valuta che ci siano circa 3,5 milioni di veicoli senza copertura assicurativa sulle nostre strade, con una forte concentrazione al Sud. Un numero enorme, oggettivamente parlando. Il problema esiste, questo è certo.
Del resto basta guardare il numero elevatissimo di coloro che non si fermano a soccorrere persone investite. Il fenomeno viene da diverse ragioni, va detto, ma è facile pensare che molti di questi eventi siano generati anche dal fatto che l'investitore non è in regola con il pagamento dell'RC auto e quindi, per evitare sanzioni che arrivano fino alla confisca del veicolo, si dia alla fuga.

Il sistema

Sfuggire ai controlli sarà molto più difficile.

Dal 18 ottobre dello scorso anno infatti tutte le telecamere disseminate nelle città e lungo le strade a scorrimento veloce devono essere per legge omologate al sistema per scovare chi circola con l'RCA scaduta. In pratica, attraverso l'incrocio tra il numero di targa e un database apposito, le telecamere sparse in tutto il paese sono capaci di comunicare alle forze di polizia se un veicolo in transito è in regola con la copertura assicurativa obbligatoria per legge o meno. Dal canto loro le aziende del settore dovranno far si che al momento della firma del contratto, o successivamente in presenza dei rinnovi, il tutto confluisca automaticamente e in tempo reale nel database su cui si baserà il sistema di controllo.

Le sanzioni per l'Rca scaduta

Insomma, finisce la pacchia per i tanti, come abbiamo detto precedentemente, che fino ad oggi hanno barato e da tempo si muovono con un'automobile priva di copertura assicurativa. Sfuggire ai controlli è diventato veramente difficile, questo è certo. Più avanti vedremo quali sono le sanzioni per chi viaggia senza assicurazione, ma prima diamo un'occhiata veloce alle normative del settore. Insomma, cosa stabilisce la legge.

Cosa prevede la legge

Con l'articolo 193 del Codice della Strada il legislatore ha stabilito l'obbligo per qualunque veicolo a motore di essere coperto da una polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi, la cosiddetta RCA. Con l'avvicinarsi della scadenza (circa 30 giorni) la compagnia assicurativa invia all'intestatario della polizza un promemoria per il rinnovo, il preventivo di spesa e l'attestato di rischio, ricordando tra l'altro il termine ultimo di copertura assicurativa.

Assicurazione scaduta da meno di 15 giorni

Su questo punto ci sono anche varie leggende che vanno sfatate. Il cosiddetto periodo di tolleranza di 15 giorni dal momento in cui l'RCA risulta scadita esiste, ma solo per i contratti con durata annuale (compresi quelli con il pagamento del premio frazionato in due rate di 6 mesi), mentre nel caso di polizze di durata inferiore non esiste nessun periodo di tolleranza di 15 giorni. Il tutto è legiferato dal secondo comma dell'articolo 1901 del Codice Civile: entro 15 giorni dal momento della scadenza della polizza la copertura assicurativa è garantita e ancora valida.

Cosa succede se si viene fermati con l'RCA scaduta

Nel caso in cui incappiate in un controllo di polizia, oppure se il sistema di telecamere visto precedentemente vi coglie in fallo, le conseguenze sono piuttosto gravi, le sanzioni pesanti e il risultato finale è il sequestro del mezzo. Vediamo in sintesi cosa succede se si viaggia con l'assicurazione scaduta e quali sono le modalità di pagamento della multa e di dissequestro del mezzo.

  • Sanzione
  • Viaggiare senza copertura RC auto comporta una multa che varia da 841 a 3.287 euro. Dal 2019 è presente anche la decurtazione di 5 punti dalla patente. Inoltre, nel caso in cui ci si metta in regola dal 16° al 30° giorno dal momento della scadenza, la sanzione, sempre dal 2019, viene praticamente raddoppiata e diventa di 424,50 euro. Se si è recidivi, vale a dire se già precedentemente si è stati scoperti alla guida di un veicolo privo di assicurazione RCA, la sanzione raddoppia, quindi passa ad un minimo di 1.689 euro, mentre, per quanto riguarda la patente, è prevista la sospensione da uno a due mesi.

  • Confisca veicolo
  • Per l'automobile con RCA scaduta viene stabilito il sequestro del veicolo. Le forze dell'ordine ne disporranno il prelevamento, il trasporto e quindi il luogo dove il mezzo verrà depositato. In quest'ultimo caso la legge stabilisce che il deposito possa essere concordato con il trasgressore.

  • Riduzioni
  • Si ha diritto ad una riduzione della multa del 25% nel caso in cui siano esistenti due condizioni.

    • Pagamento entro 15 giorni dalla scadenza
    • Il premio viene pagato nei 15 giorni successivi alla scadenza stabilita dal secondo comma dell'articolo 1901 del Codice Civile (di cui abbiamo parlato precedentemente).

    • Demolizione del mezzo
    • Il trasgressore decide di procedere alla demolizione del mezzo entro 30 giorni dal momento della contestazione. Va detto che la riduzione della sanzione viene applicata solo se si è precedentemente provveduto ad avvisare l'autorità competente dell'intenzione di demolire il mezzo che viaggiava senza copertura assicurativa RC auto.

  • Termini di pagamento e dissequestro del veicolo
  • La sanzione subita per essere stati trovati alla guida di un mezzo con l'RCA scaduta va pagata entro 60 giorni dal momento della constatazione. Non è finita certo qui. Il vero colpo è il pagamento dovuto alle spese per la confisca del veicolo, vale a dire i costi per il prelievo e il trasporto (quindi il carro attrezzi) e per la custodia del veicolo sequestrato. Naturalmente si può tornare in possesso del proprio mezzo solo dopo aver dimostrato di aver effettuato correttamente il pagamento del premio assicurativo.

  • Anche se il mezzo è parcheggiato
  • La sanzione amministrativa ed il sequestro del mezzo avvengono anche quando il mezzo è semplicemente parcheggiato in strada o comunque in un'area pubblica e la copertura assicurativa risulta scaduta da più di 15 giorni.

Incidente con RCA scaduta - Cosa succede

Nel caso in cui si provochi un incidente mentre si è alla guida di un mezzo privo di copertura assicurativa le conseguenze possono essere veramente molto gravi. Naturalmente, la responsabilità maggiore si ha quando nel sinistro ci sono anche delle lesioni alle persone, più o meno gravi.

Nessun risarcimento

Innanzitutto non si ha ovviamente diritto a nessun rimborso dei danni subiti, anche se si è dalla parte della ragione, come abbiamo visto nel nostro articolo sul risarcimento diretto in caso di incidente ed anche in quello sul modulo CID, il cui vero nome sarebbe in effetti CAI o BLU, ma che tutti chiamano CID come prima della riforma del 2007, che serve proprio alla richiesta del risarcimento danni e che va completato dalle parti coinvolte in un incidente stradale. Uno dei dati da inserire nel modulo è proprio quello relativo alla validità del certificato d'assicurazione.

Si è completamente responsabili

Il trasgressore è tenuto al completo risarcimento dei danni causati a cose e persone ed è bene precisare che nel caso in cui alla guida del mezzo ci fosse qualcuno che non è il proprietario del mezzo, anche quest'ultimo è comunque corresponsabile e quindi risponde in solido con il soggetto alla guida dei danni arrecati a cose e persone. Viaggiare con l'assicurazione scaduta comporta quindi pericoli e conseguenze molto gravi.

Argomenti che potrebbero interessarti

Contenuto simile

  • Cos'è il modulo CID/CAI/BLU per i sinistri stradali

    La corretta compilazione di questo documento permette di accedere velocemente al rimborso dei danni subiti in caso di incidente stradale. Nel caso in cui non si voglia procedere alla constatazione amichevole, va comunque compilato.

  • Il risarcimento diretto per la liquidazione danni

    Vediamo come funziona la disciplina giuridica che da la possibilità di richiedere il rimborso dei danni subiti in un incidente stradale direttamente alla propria compagnia assicurativa. Ci sono requisiti necessari e campi di esclusione.

  • Tutte le polizze assicurative Agos

    Sono disponibili vari prodotti a copertura di infortuni, perdita del posto di lavoro, ricovero ospedaliero, problemi con l'automobile, danni alla propria abitazione e così via. I piani assicurativi possono essere adattati ad ogni esigenza.

  • Generali Pay Per Use, l'assicurazione auto a km

    Alla continua ricerca di soluzioni per risparmiare qualcosa, vista la situazione generale, non sono pochi coloro che si rivolgono a formule di questo tipo. A certe condizioni i vantaggi possono essere anche importanti e significativi.

Altre sezioni